"SELENE" una risposta all’UOMO disagiato



La Cooperativa Sociale “Centro di Solidarietà SELENE” di Mogliano Veneto è nata, come un’associazione ispirata al volontariato, nel 1990 con due Centri d’Ascolto, su richiesta del Comune di Mogliano Veneto e per iniziativa di alcune persone sensibili alla realtà dell’emarginazione e che si impegnano nel recupero dei giovani tossicodipendenti.

In questo impegno non intende sostituirsi alle pubbliche istituzioni, ma anzi ne cerca la collaborazione, lavorando nei settori che lo Stato affida all’iniziativa di un volontariato competente e socialmente responsabile. La Cooperativa “Selene” svolge quindi la propria attività in conformità alle leggi regionali ed in collaborazione con la Regione stessa, i comuni e le U.L.S.S. ed attua un Programma Educativo Terapeutico ispirato al “Progetto Uomo” ideato in Italia da don Mario Picchi, fondatore del Ce.I.S. di Roma.

La “Selene” intende offrire quindi, un progetto concreto alla grave emergenza del problema droga, alcool e sostanze psicotrope, applicando principi e tematiche difficilmente attuabili attraverso le classiche strutture pubbliche, utilizzando un patrimonio umano e di conoscenza che possa esprimersi in libertà, duttile per adeguarsi alle realtà evolutive. Essa si avvale, pertanto, di uno stretto collegamento con tutte le forze istituzionali presenti nel territorio. Questo progetto è sostenuto, comunque, da rette della Regione Veneto, in conformità al servizio Socio Sanitario Nazionale per le tossicodipendenze, e si colloca coerentemente con gli obiettivi previsti dalle norme per l’esercizio delle funzioni in materia di assistenza sociale della Regione, anche in attuazione delle norme che regolano il documento d’Intesa tra Stato e Regioni e la realizzazione dei “piani di zona” (legge 309/90).